logo

Formazione del personale: “Progetto Visiting Sicilia”

logo

PROGETTO VISITING SICILIA 2015     FORMAZIONE E ACCREDITAMENTO DI QUALITA’ GRUPPALE-COMUNITARIA PER I SERVIZI RESIDENZIALI E ABITATIVI DI SALUTE MENTALE E PER L’ETÀ EVOLUTIVA

Un progetto di Visiting condotto dai principali stakeholder dei Servizi Abitativi e Residenziali di Salute Mentale e per l’età evolutiva, per l’Accreditamento e la Formazione tra pari, e per la costruzione di Standard di Servizio di Qualità Scientifico-Professionale attraverso una metologia benchmark.

Il progetto di Visiting nasce da una lunga riflessione clinica sulla comunità come metodo di cura, che in questi anni ha guidato le attività dell’associazione Mito&Realtà, e che si propone come base per mantenere una discussione critica sul tema, creando una circolarità tra clinica, valutazione e formazione. Dall’esperienza britannica e in particolare dal lavoro che ha portato alla formazione di un Network Community of Communities, nasce questa proposta di Accreditamento di qualità.

Il Progetto Visiting Sicilia rappresenta un nuovo punto di partenza per creare e diffondere una rete di Comunità Terapeutiche e di servizi residenziali ed abitativi, sia per adulti che per minori, che permetta la riflessione sugli interventi ed sui dispositivi terapeutici gruppali-comunitari attraverso i quali le nostre comunità politiche e professionali organizzano la presa in carico della sofferenza mentale ed il sostegno al grave disagio sociale, delle fasce più svantaggiate della popolazione.

Il Progetto Visiting intende offrire anche una occasione formativa specialistica e personalizzata sui servizi residenziali ed abitativi di salute mentale per tutti quei professionisti, quegli utenti e quei familiari interessati alla valutazione della loro qualità scientifico-professionale. La proposta di un progetto di Visiting per i servizi di Sostegno all’Abitare per la grave patologia mentale, sia in età adulta che in età evolutiva, vuole anche essere il primo passo di un più ampio programma co-costruito di Accreditamento Scientifico-Professionale di Eccellenza dei Servizi Clinico-Sociali, secondo il modello gruppoanalitico della Salute Mentale di Comunità . Esso nasce da una lunga riflessione clinica sulla comunità come metodo di cura che in questi anni ha guidato le attività delle associazioni Laboratorio di Gruppoanalsi e AIRSaM e dal Dipartimento di Psicologia dell’Università di Palermo, e si propone di creare un Network con il Coordinamento Nazione degli Utenti della Salute Mentale, fondato sui valori della cultura del servizio e dell’orientamento al cliente, della cultura della competenza e dell’inclusione sociale, e della cultura degli obiettivi e dei sistemi di sviluppo delle risorse umane. L’Accreditamento Scientifico-Professionale verso il quale tende in costituendo Network Siciliano si caratterizza quindi per una metodologia di lavoro collettivo fondata su:  le  lo  la valutazione sui Dispositivi Gruppali, Disegni di ricerca empirica. Attraverso la riflessione continua sui temi sopra citati, si intende porre le basi per una filosofia che orienti il metodo di cura di ciascuna comunità, riflessa in modalità di intervento e valori condivisi, e che vuole essere una risorsa per ciascuna comunità fornendo una struttura di confronto e di supporto, soprattutto nei momenti di maggiore criticità. La proposta di Visiting quindi, inizia con un’autovalutazione di ciascuna comunità, alla quale seguiranno gli incontri che forniranno un feedback esterno arricchente e propone un modello circolare, analogo all’Action Researc, nella quale l’enfasi è posta sulla partecipazione e l’incontro esperienziale, sulla riflessione sul metodo clinico e organizzativo, sul dialogo tra pari come strumento di lavoro per il cambiamento, sulla valutazione empirica e soprattutto su confronto tra dispari: cioè tra operatori, utenti e familiari. Il manuale per il visiting di comunità per adulti, VIVACOM (VIsiting per la VAlutazione delle COMunità terapeutiche) fornisce un metodo di indagine che coinvolge i servizi nella loro globalità, fornendo un senso di efficacia e l’assunzione di un ruolo at tivo di ciascun operatore e ospite nelle strategie di cambiamento, stimolando le capacità analitiche di ciascun soggetto coinvolto. Da questo sono stati sviluppate le versioni per Utenti e Familiari VIVACOM UTEFAM e quelle per i Gruppi-Appartamento VIVAGRAP. Per le comunità per minori è invece stato sviluppato, dagli Standard TC CY del programma Community of Communities, il questionario SCIA Standard Comunità per l’Infanzia e l’Adolescenza. Sono state sviluppate anche delle Griglie di Analisi delle variabili strutturali (set) dei dispositivi terapeutici comunitari di sostegno all’abitare, GAS-SET (Griglie di Analisi del Set delle Comunità Alloggio, dei Gruppi-Appartamento e delle Terapie d’Appoggio Domiciliare) che rappresentano un metodo di indagine che coinvolge gli operatori, gli utenti ed i gestori/amministratori dei servizi. Con la collaborazione di questo costituendo Network intendiamo infatti coinvolgere anche i pazienti ed i loro familiari nel processo valutativo al fine di fornire un senso di efficacia, stimolando le capacità analitiche personali, gruppali e organizzative e permettere l’assunzione di un ruolo attivo di ciascun attore nelle strategie di cambiamento che tali processi di valutazione innescano. La ciclicità delle annualità dei Programmi di Visiting prevede un percorso triennale attraverso il quale si accede ad un accreditamento delle Good Practices (al secondo anno), delle Best Practices (al terzo anno) e della Qualità Gruppale e Comunitaria per tutto il   consensus conference, con le quali riunisce periodicamente tutti gli attori del processo valutativo, scambio tra pari di visite e di consulenze reciproche (anche attraverso progetti specialistici di benchmarking) costruzione condivisa di manuali per la presentazione di Linee Guida, procedure Best Practices, Parametri operativi e di Servizio alla fine di un ciclo di tre anni (dopo un Audit ispettivo con i valutatori del Progetto Visiting). La seconda ciclicità annuale prevede in particolare la valutazione della fondazione del campo gruppale co-transferale attivato dal Setting Comunitario. L’accreditamento si estende a tutta le serie di Gruppi Operativi e Terapeutici, anche se non sempre e non tutti espressamente analitici, attivati nel Servizio comunitario, ciascuno con il proprio Setting Gruppale: i gruppi di terapia analitica comunitari, i veri e propri piccoli gruppi psicoterapeutici, i gruppi operativi e vitali, i gruppi di terapia familiare, i gruppi di attività, i gruppi di laboratorio artistico-espressivo, i gruppi di familiari dei pazienti, i gruppi di psicoterapia analitica multifamiliare, i gruppi di supervisione, ecc. La terza ciclicità prevede anche la definizione dei parametri di tali setting gruppali e la valutazione dell’efficacia clinica di almeno uno dei gruppi. Infine è indispensabile la progressione annuale del punteggio complessivo ottenuto dal servizio in accreditamento su specifiche dimensioni misurate dai questionari di valutazione. Le comunità inserite nel progetto verranno divise in terne e, sulla base di un calendario preventivamente concordato. A turno ognuna accoglierà i rappresentanti delle altre due; questo incontro permetterà una discussione e una riflessione su quanto emerso o non evidenziato dal report di autovalutazione. Il reciproco incontro confluirà in una più ampia comunicazione all’interno di un Forum, nel quale i rappresentanti di tutte le comunità partecipanti potranno elaborare insieme questa esperienza, e nella quale si discuteranno insieme i dati empirici della valutazione ed i risultati emersi, a partire dai quali porre le basi per una comune metodologia comunitaria. Le comunità che completano il percorso annuale riceveranno o confermeranno l’Accreditamento Scientifico- Professionale di Qualità Gruppale-Comunitaria, di validità annuale. Dopo aver completato tre cicli annuali di Accreditamento ciascuna comunità potrà richiedere un Audit con i valutatori indicati e formati dal Progetto Visiting, per la Certificazione delle Best Practices di Qualità Gruppale Comunitaria Il Progetto Visiting offre l’opportunità di svolgere dei cicli annuali di formazione professionale a tutti gli operatori interessati a sviluppare competenze specialistiche nel settore dei Servizi Residenziali ed Abitativi per la Salute Mentale. Il Corso di Formazione annuale consiste nella partecipazione ai lavori di due Terne di Servizi diversi e alle riunioni dello Staff di Coordinamento, prevede anche osservazioni partecipanti nelle comunità e approfondimenti sui setting di gruppo, e fornisce specifici testi teorico-metodologici nonché il tutoraggio in assetto gruppoanalitico. Esso riconosce il titolo di Operatore, Utente o Familiare Esperto in Servizi Residenziali e Domiciliari per la Salute Mentale. Dopo tre Corsi annuali di formazione è possibile ricevere il titolo di Operatore, Utente o Familiare Valutatore della Qualità dei Servizi Residenziali e Domiciliari per la Salute Mentale , che abilita alla partecipazione agli Audit di Certificazione di Qualità Scientifico-Professionale.

Per partecipare al Corso di Formazione non è necessario essere inseriti in nessuno dei Servizi Residenziali o Abitativi che fanno parte del Progetto Visiting.

Comitato Scientifico Raffaele Barone, Simone Bruschetta, Francesca Giannone, Marta Vigorelli Staff Direttivo: Direzione Amministrativa: Agata Barbagallo Direzione Organizzativa Formazione: Simone Bruschetta Direzione Organizzativa Ricera: Francesca Giannone Direzione Organizzativa Accreditamento Servizi Adulti: Agata Barbagallo Direzione Organizzativa Accreditamento Servizi Minori: Giuseppe Biagi Referente Organizzativa Utenti: Maria Fisicaro Staff di Coordinamento Accreditamento Servizi Salute Mentale Adulti: Comunità Terapeutiche Adulti: Vincenzo Bellia, Angela Volpe Comunità Alloggio Adulti: Agata Barbagallo, Domenico Mazzaglia Gruppi Appartamento Adulti: Amelia Frasca, Domenico Mazzaglia Servizi Comunitari Domiciliari Adulti: Agata Barbagallo Accreditamento Servizi per Minori Comunità Terapeutiche Minori: Giuseppe Biagi, Roberto Marletta Comunità Alloggio Minori: Adele D’Anna, Roberta Duca Comunità Minori Stranieri non-accompagnati: Giuseppe Biagi, Oriana Moschella Servizi Comunitari Domiciliari Minori: Eleonora Russo, Gabriella Nicotra Valutazione e Ricerca: Maria Rita Infurna, Cinzia Guarnaccia   Rete Scientifico-professionale LdG – Associazione di Psicoterapia Analitica e Istituzionale – Laboratorio di Gruppoanalisi. M&R – Associazione Italiana delle Comunità Terapeutiche e Residenziali – Mito & Realtà. AIRSaM – Associazione Italiana Residenze/Risorse per la Salute Mentale. INDTC – International Network of Democratic Therapeutic Communities. Università degli Studi di Palermo – Dipartimento di Psicologia. Associazione La Crisalide, Coordinamento Nazionale Utenti Salute Mentale. Consulenti Scientifici: Rex Haigh & Janine Lees Royal College of Psychiatrist, Quality network Community of Communities -CoC- Institute of Group Analysis -IGA- The Consortium of Therapeutic Communities -TCTC .

Comments are closed.

logo
logo
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes